Sinossi SPECIALE di The Host – L’ospite

 
 

The Host - L'ospite: CoverIl mio nome è Viandante, e sono giunta sul vostro pianeta quale ennesima destinazione del mio girovagare tra le stelle. Ho colonizzato molti pianeti, ho visitato molti mondi, portando sempre pace, serenità e benessere, perché è questo ciò che il mio popolo regala a chi viene conquistato. Ci insediamo nelle loro zone di coscienza e prendiamo il controllo del loro involucro, relegando l’organismo ospitante nei recessi remoti della mente. Può sembrare una cosa crudele, ma vi assicuro che ogni mondo popolato da noi risorge, migliora, progredisce. Ora sono impiantata nel corpo di questa giovane donna, è un corpo forte, tonico, ma sento che la transizione non sta andando come dovrebbe, sento una presenza dentro di me: è lei, la proprietaria originale, è Melanie. Alle volte può accadere che la procedura non sia perfetta, alcuni originari particolarmente tenaci rimangono come presenze nella mente e anche se non hanno più il controllo del corpo, mantengono invariato il livello di coscienza. E’ ostile, è arrabbiata, ho accesso ai suoi ricordi e sento anche un sentimento potente che non conosco, una brama che tende verso un posto, verso un bambino, verso un ..uomo. Jared si chiama. Non ho mai provato nulla del genere, è una forza sana e luminosa, un sentimento caldo, agitato e avvolgente che mi attrae e non mi fa essere lucida. Devo seguirla. Devo fare ciò che vuole. Sarà pericoloso, per me, perché mi odieranno. E lo sarà anche per chi troverò, perché verranno a cercarmi e la loro salvezza potrebbe essere a rischio. Ma Melanie non sente ragioni, il desiderio di trovare quel gruppo di umani che sono scampati alla nostra colonizzazione è più forte di qualsiasi timore. Vaghiamo nel deserto per un sacco di tempo, sono esausta, ma quando penso di non farcela più, ci trovano. Siamo salve, all’ombra. Mi trovo sotto terra, credo, un posto assurdo, gallerie, una sorgente, buio e luce.

Ma da adesso tutto cambia.

Da adesso non sarò più la stessa.

Da adesso tutto quello che credevo giusto comincia a sembrarmi sbagliato. Non posso separare Melanie dal suo amore, dai suoi cari, da sentimenti così profondi e radicati che alle volte penso ne sarò travolta. Nessuno di noi dovrebbe prendere possesso di ciò che non gli appartiene, per quanto nobile possa essere lo scopo.

Sento che sto cambiando io invece di lei . E lo so perché quei sentimenti li comincio a provare, li provo, non per Jared, anche se non è stato facile scindere ciò che sente Melanie da ciò che io sento. Li provo per Ian.

Ian che all’inizio mi odiava ma che ha imparato a conoscermi. A conoscere proprio me, il piccolo verme argenteo nella testa di Melanie. Ian che adesso mi ama per ciò che sono e non avrei mai creduto possibile dopo otto vite di trovare qualcuno in grado di trattenermi su un pianeta, qualcuno di un’altra specie che potesse diventare il mio compagno. Ma è successo. Vorrei rimanere con loro, con lui, aiutarli. Ma so che il mio corpo non potrà mai essere davvero di Ian perché appartiene a Melanie e Melanie appartiene a Jared. Lei non è molto convinta. Ci siamo capite a fondo noi due, non vuole rinunciare a me, alla sua amica, alla sua compagna. Ma glielo devo. Devo liberarla, devo restituirle la sua vita e devo farlo subito, prima che possa cambiare idea, prima che Ian venga a saperlo e possa impedirmelo col suo amore.

Non so cosa accadrà di me, spero di cadere in un oblio che non mi faccia più provare questo dolore lancinante al pensiero di lasciarli. Non so se Ian potrà mai perdonarmi, ma so che sono felice di aver fatto parte della sua vita, di quella di tutti loro, rifarei tutto daccapo esattamente allo stesso modo. Sono felice di essere scesa su questo pianeta..

Un pianeta strano. Il più strano di tutti.

A cura di Alessandra Silveri… Co-Admin di The Host Italia.

Share